.
Testamento politico d’un accademico fiorentino Lo stampatore al lettore I. De' motivi che anno indotto l'autore a fare il presente testamento  II. Dell'elezione de' Ministri III. Dell'elezione della famiglia IV. Delle guardie del Corpo V. Dell'Agricoltura VI. Del commerzio interno delle grascie VII. Del commerzio esterno delle grascie VIII. Del commerzio generale interno IX. Del commerzio generale esterno X. Delle compre, e delle vendite occulte XI. Della Zecca XII. Dell' danajo che entra, e che esce della Stato XIII. Dell'Aunona XIV. Della grascia XV. Delle gravezze XVI. Delle Dogane XVII. Degli appalti attivi XVIII. Del tabacco XIX. Della cioccolata, del caffè, e del te XX. Della neve XXI. Del fieno, e della paglia XXII. De' cavalli XXIII. Delle carozze, de' calessi, e delle carrette XXIV. Delle parrucche XXV. De' teatri XXVI. Delle carte, e de' dadi XXVII. Dei lotti XXVIII. Della posta XXIX. Della stamperia camerale XXX. Del ferro XXXI. Dell'allume  XXXII. Del Vitriviuolo XXXIII. Della polvere, e dello zolso XXXIV. Del zolso nel ducato d'Urbino XXXV. Delle saline d'Ostia XXXVI. Della tassa delle galce XXXVII. Delle tesorerie XXXVIII. Di Ferrara XXXIX. Di Bologna XL. DI Romagna XLI. D'Urbino XLII. Della Marca XLIII. Di Camerino  XLIV. D'Ascoli XLV. Dell'Umbria XLVI. Del Patrimonio XLVII. Di Roma XLVIII. Di Maritima, Campagna, Lazio, Sabina, e Nettuno XLIX. Di Terracina L. Degl' affitti LI. Del lago di Comacchio LII. De' beni della Samoggia LIII. Di Castiglon del Lago LIV. Di Bassano, e d'Orte LV. Di Castro, e di Ronciglione LVI. Di Nepi LVII. Di Castelnuovo  LVIII. Di Porto LIX. Di Castelgandolfo, e di Rocapriora LX. D' Albano LXI. Di Petronella LXII. Del taglio delle legne nelle selve di Nettuno LXIII. Del lago di Santa Maria LXIV. Della Terra di San Felice LXV. Delle rendite ecclesiastiche LXVI. Degli appalti passivi LXVII. Del mantenimento delle galee LXIIX. Della provisione de' panni per servigio delle Truppe LXIX. Della provisione d'ogni altra cosa che si ricerca per servigio delle truppe LXX. Della provisione di tutto ciò che si ricerca per servigio del palazzo, e della persona del principe LXXI. Di tutto ciò che si ricerca per mantenimento, e rifarciemtno del palazzo, ed ogni altra fabbrica che appartenga al principe LXXII. Della riforma di varie spese superflue, a cui soggiace il principe  LXXIII. Delle Regaglie LXXIV. Degli Stati d'Avignone, di Masserano, e di Benevento LXXV. De' debiti che ha il principe LXXVI. De' debiti delle comunità col principe LXXVII. Delle legazioni, e de' vescovati LXXVIII. De' governi LXXIX. De' giudici civili, e criminali LXXX. De' notaj, e de' medici LXXXI. Delle congregazioni LXXXII. Degl' editti, e de' bandi LXXXIII. Delle feste comandate LXXXIV. Dell' Immunità LXXXV. De' fallimenti LXXXVI. Degli eziosi LXXXVII. De' poveri LXXXIIX. Delle Strade LXXXIX. Della Milizia XC. Delle lettere CI. Del modo d'abbelir Roma XCII. Dell' illuminazioni delle strade principali, e più batutte di Roma XCIII. Della distribuzione de' siti a ciascuna professione XCIV. Di Porta del popolo, e delle tre strade corrispondenti alla guglia XCV. Di Porta San Giovanni XCVI. Delle piazze principali XCVII. Di Piazzanavona XCVIII. Di Piazza a campo di fiori XCIX. Di Piazza farnese C. Della Piazza di Campidoglio CI. Delle palazze inferiori CII. Di Piazza giudea CIII. Di Piazza alla madonna di loreto CIV. Di Piazza alla madonna de' monti CV. Di Piazza barberina CVI. Di Piazza a fontana di Trevi CVII. Del Palazzo quirinale CVIII. De' ponti sul fiume CIX. Della fabbrica alla Trinità de' monti CX. Della conclusione dell' opera Tavola
.
Bibliotheca Hertziana